Sblocca Scuola

ABOLIZIONE ESAMI DI SETTEMBRE NELLA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO.

SilviaMoretti | 10-11-2014 12:14

Gli esami di settembre nella scuola secondaria di secondo grado sono un impegno costoso e assolutamente inutile. Gli studenti con giudizio sospeso a giugno rappresentano per le famiglie un costo  per le lezioni private estive e un danno economico  per la riduzione del periodo di ferie della famiglia. Spesso infatti gli esami iniziano già il 25 agosto. I progressi degli alunni dopo lo studio estivo sono generalmente minimi e i risultati delle prove spesso insufficienti. Ciò nonostante la maggioranza degli studenti viene ammessa, anche con evidenti carenze, alla frequenza dell'anno successivo. In tutti i paesi europei il giudizio di ammissione o non ammissione all'anno successivo avviene durante gli scrutini finali.  I docenti, inoltre, nei  giorni antecedenti l'inizio dell'anno scolastico, avrebbero il tempo di programmare con calma le attività didattiche come i colleghi della scuola primaria e secondaria di primo grado.
Concordo: assolutamente inutili. E' però necessario modificare tutto per ottenere questo risultato: via il concetto di classe negli ultimi 3 anni delle superiori e corsi per materia con esami periodici in aule dedicate e ben attrezzate. Risultato: studenti liberi dalla "reclusione" per 5/6 ore al giorno nelle aule; preparazione più completa in quanto il diploma verrebbe assegnato solo al superamento di tutti gli esami periodici; niente più finti debiti e finte riparazioni a settembre!
mciancio
2014-11-10 23:29
Concordo: assolutamente inutili. E' però necessario modificare tutto per ottenere questo risultato: via il concetto di classe negli ultimi 3 anni delle superiori e corsi per materia con esami periodici in aule dedicate e ben attrezzate. Risultato: studenti liberi dalla "reclusione" per 5/6 ore al giorno nelle aule; preparazione più completa in quanto il diploma verrebbe assegnato solo al superamento di tutti gli esami periodici; niente più finti debiti e finte riparazioni a settembre!
mciancio
2014-11-10 23:29
La proposta si scontra con l'attuale impostazione dello svolgimento degli scrutini finali, che prevedono la possibilità di sospendere il giudizio. Quelli di fine agosto/inizio settembre non sono esami di riparazione secondo il vecchio schema di berlingueriana memoria. Anziché abolire le prove di recupero (indice di volontà assolutoria) bisogna dare mezzi e strumenti per inquadrare l'attività didattica complessiva nell'arco dei 12 mesi (estate inclusa!)
alessandro.parola
2014-11-11 10:33
La proposta si scontra con l'attuale impostazione dello svolgimento degli scrutini finali, che prevedono la possibilità di sospendere il giudizio. Quelli di fine agosto/inizio settembre non sono esami di riparazione secondo il vecchio schema di berlingueriana memoria. Anziché abolire le prove di recupero (indice di volontà assolutoria) bisogna dare mezzi e strumenti per inquadrare l'attività didattica complessiva nell'arco dei 12 mesi (estate inclusa!)
alessandro.parola
2014-11-11 10:33
Concordo: assolutamente inutili. E concordo pure col commento di MCIANCIO sulla necessità di abolire la classe negli ultimi anni delle superiori e suddividere gli alunni per corsi di materia
annaferrari9
2014-11-11 16:36
Concordo: assolutamente inutili. E concordo pure col commento di MCIANCIO sulla necessità di abolire la classe negli ultimi anni delle superiori e suddividere gli alunni per corsi di materia
annaferrari9
2014-11-11 16:36
Assolutamente d'accordo.
Leonardo.Lugaresi
2014-11-12 16:54
Assolutamente d'accordo.
Leonardo.Lugaresi
2014-11-12 16:54

Le risposte più popolari

  • mciancio

    10-11-2014    |    23:29