Sblocca Scuola

ABOLIZIONE DEGLI ISTITUTI COMPRENSIVI

Elisabetta Farina | 24-10-2014 06:40

Gli Istituti Comprensivi sono stati creati solo per motivi di risparmio e creano innumerevoli problemi organizzativi e di convivenza tra diversi ordini. Il curricolo verticale può essere comunque approntato a livello locale o di provincia, ma sarebbe fondamentale che la scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado tornassero a essere delle entità separate, ognuna con il suo Dirigente, senza reggenze, che contribuiscono a peggiorare la qualità del lavoro di tutt', e ognuna con la sua durata (la scuola media dovrebbe essere portata a 4 anni per garantire un percorso più completo), e le sue caratteristiche fondamentali. Niente incompatibilità tra ordini, niente collegi docenti fiume in cui, a turno, un ordine di scuole subisce la discussione dell'altro e, soprattutto, autonmia finanziaria di ogni ordine per i relativi progetti da attuare.
La sentenza della Corte Costituzionale n.147 del 04/06/2012 ha esplicitato molto chiaramente che il comma 4 dell'art.19 della L.111/2011è anticostituzionale perchè non poteva intervenire su temi quali
l'accorpamento delle Istituzioni scolastiche , al fine di ridurre la spesa pubblica senza tener conto della
competenza delle Regioni e delle disposizioni già stabilite dal D.P.R. 233/98 .
angelaferrante
2014-10-28 13:58
La sentenza della Corte Costituzionale n.147 del 04/06/2012 ha esplicitato molto chiaramente che il comma 4 dell'art.19 della L.111/2011è anticostituzionale perchè non poteva intervenire su temi quali
l'accorpamento delle Istituzioni scolastiche , al fine di ridurre la spesa pubblica senza tener conto della
competenza delle Regioni e delle disposizioni già stabilite dal D.P.R. 233/98 .
angelaferrante
2014-10-28 13:58
Praticamente lo Stato non poteva"ordinare"alle Regioni di predisporre un dimensionamento scolastico sulla rigidità del numero minimo di alunni (1.000)e la conseguente "scomparsa"delle scuole dell'infanzia,
primarie e secondarie di I°grado mediante la costituzione degli I.C.
angelaferrante
2014-10-28 14:02
Praticamente lo Stato non poteva"ordinare"alle Regioni di predisporre un dimensionamento scolastico sulla rigidità del numero minimo di alunni (1.000)e la conseguente "scomparsa"delle scuole dell'infanzia,
primarie e secondarie di I°grado mediante la costituzione degli I.C.
angelaferrante
2014-10-28 14:02
Giusto, dovrebbero essere entità distinte , dato che hanno peculiarità inevitabilmente diverse. Inutile negarlo. Sono stati accorpati per ragioni di risparmio, costringendo così gli uni a subire gli altri, livellando le diversità e causando solo problemi organizzativi e amministrativi, obbligando i dirigenti a doppie reggenze, che ora, con i tagli, sono diventate triple. Abolire le doppie reggenze e ristabilire l'autonomia degli istituti
serena incerpi2
2014-11-07 21:53
Giusto, dovrebbero essere entità distinte , dato che hanno peculiarità inevitabilmente diverse. Inutile negarlo. Sono stati accorpati per ragioni di risparmio, costringendo così gli uni a subire gli altri, livellando le diversità e causando solo problemi organizzativi e amministrativi, obbligando i dirigenti a doppie reggenze, che ora, con i tagli, sono diventate triple. Abolire le doppie reggenze e ristabilire l'autonomia degli istituti
serena incerpi2
2014-11-07 21:53

Le risposte più popolari