Sblocca Scuola

RIVEDERE L'OBBLIGO SCOLASTICO

dompol | 03-11-2014 23:01

L'obbligo scolastico, malamente confuso con l'obbligo di promozione, ha avuto la conseguenza di far andare avanti alunni non pronti per affrontare le classi successive e che quindi non hanno più potuto recuperare le loro lacune.
Essi vivono con disagio la loro situazione e sono insofferenti per il fatto di essere costretti in una condizione per loro priva di soddisfazioni, con la conseguenza di limitare anche i risultati dei compagni.
Se l'obiettivo è una buona scuola, si devono evitare queste situazioni, purtroppo quasi nella norma, ripensando l'obbligo scolastico e adeguandolo alle possibilità degli alunni.
Io propongo l'Obbligo Occupazionale. Finita la primaria l'alunno può scegliere di continuare gli studi a tempo pieno, a tempo parziale o totalmente occupato ad imparare un mestiere con tutte le sacrosante garanzie, il tutto continuamente controllato dalla scuola. Il ragazzo in qualunque momento potrebbe cambiare l'impostazione della sua "Occupazione" di studio o di lavoro.
franco.granato
2014-11-05 11:35
Io propongo l'Obbligo Occupazionale. Finita la primaria l'alunno può scegliere di continuare gli studi a tempo pieno, a tempo parziale o totalmente occupato ad imparare un mestiere con tutte le sacrosante garanzie, il tutto continuamente controllato dalla scuola. Il ragazzo in qualunque momento potrebbe cambiare l'impostazione della sua "Occupazione" di studio o di lavoro.
franco.granato
2014-11-05 11:35
E' giusto che sia premiato il merito degli alunni, le promozioni facili non fanno bene agli alunni beneficiati ne tantomeno ai meritevoli. Questo è solo un meccanismo comodo che serve solo a fini statistici. Va cambiato.
antonio.lella
2014-11-05 18:41
E' giusto che sia premiato il merito degli alunni, le promozioni facili non fanno bene agli alunni beneficiati ne tantomeno ai meritevoli. Questo è solo un meccanismo comodo che serve solo a fini statistici. Va cambiato.
antonio.lella
2014-11-05 18:41
Perfettamente daccordo: se proprio vogliamo continuare a formare ragazzi demotivati, facciamolo in aree tematiche dedicate, che possano catturare il loro interesse (musica, arte, design, meccanica, artigianato, IT, scienze sociali, volontariato) ed evitiamo di penalizzare i ragazzi che vogliono andare oltre.
stevaricale
2014-11-07 11:26
Perfettamente daccordo: se proprio vogliamo continuare a formare ragazzi demotivati, facciamolo in aree tematiche dedicate, che possano catturare il loro interesse (musica, arte, design, meccanica, artigianato, IT, scienze sociali, volontariato) ed evitiamo di penalizzare i ragazzi che vogliono andare oltre.
stevaricale
2014-11-07 11:26

Le risposte più popolari